Come organizzare una festa di compleanno all’aperto per bambini

Creare un evento, per me, è piuttosto semplice. L’ho fatto per alcuni anni come lavoro ed oggi che sono mamma, faccio tesoro delle mie esperienze passate, per organizzare delle belle feste di compleanno a mio figlio.

Visto che oramai le temperature lo permettono, vi darò alcuni importanti suggerimenti su come organizzare un’indimenticabile festa di compleanno all’aperto per bambini.

Vorrò essere sincera: organizzare una festa di compleanno – fai da te – è un lavoraccio. È un’attività infatti, che richiede parecchio impegno, spirito organizzativo e soprattutto tempo!

Non spaventatevi però. Se riuscirete a pianificare in tempo utile, step by step, tutte le varie cose da farsi (e che credetemi non sono poche), organizzerete il vostro evento come delle vere professioniste.

Bene allora, cominciamo!

Come organizzare una perfetta festa di compleanno per bambini all’aperto.

 

 

Il budget.

Uno dei primi aspetti da definire nella pianificazione di un evento è il budget, ovvero: “Quanto siamo disposti a spendere per la festa di compleanno di nostro figlio?

Stabilito l’importantissimo aspetto economico possiamo procedere con i nostri ragionamenti.

Per evitare di effettuare delle considerazioni errate, vi consiglio di prendere carta e penna e di iniziare a segnare tutte le spese vive che sarete chiamati a sostenere (i così detti “conti della serva“).

E’ fondamentale capire bene quanto costeranno: l’affitto della location (laddove non si disponga di uno spazio gratuito da utilizzare), la preparazione del rinfresco, l’animazione, gli addobbi, gli inviti e qualsiasi altra cosa necessaria alla buona riuscita della nostra festa.

Per esperienza vi suggerisco di incrementare alla somma stimata, almeno un 10% in più rispetto a quanto stabilito per la gestione degli imprevisti. Che credetemi, sono sempre dietro l’angolo!

Il budget stabilito, per ovvie ragioni, condizionerà l’organizzazione della festa. E questo non è un mistero.

Più sarà basso il nostro budget e maggior sarà l’impegno – in termini di tempo e di energie – che dovremmo metterci. Ovvio, no?

Il solo ed unico modo per risparmiare qualche soldino e non spendere una fortuna per l’organizzazione della nostra festa, è quello di ricorrere al famosissimo “fai da te”.

Proprio così. Se prepareremo home made il rinfresco, gli inviti, gli addobbi e molto altro, senza dover ricorrere a costosi fornitori, riusciremo ad abbattere notevolmente i costi.

 

La location.

Sappiate care mamme che il luogo fa la differenza!

È importante che scegliate un posto che sia davvero adatto ai bambini: privo di pericoli ed accogliente.

Non dimenticate inoltre di trovare una location facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblico (per agevolare magari quelle mamme e papà che non possiedono un automobile).

Un consiglio. Prima di scegliere il vostro luogo (sia esso un parco pubblico oppure il vostro giardino di casa) verificate sempre l’effettiva grandezza degli spazi ed accertatevi inoltre, che le attrezzature messe a vostra disposizione siano sufficienti alle vostre esigenze (eventuale presenza di tavoli, sedie, ombrelloni, gazebo). Abbiate premura nel creare diverse zona d’ombra, dove collocare sia l’area buffet che gli ospiti.

 

Gli invitati.

Dopo aver scelto la location dovete stilare la famosa lista degli invitati.

Considerato che la festa si terrà all’aperto, state attenti a non allargare troppo il giro dei partecipanti. È vero che non siete condizionati dagli spazi, ma è anche vero che più ospiti saranno presenti alla vostra festa e maggiore sarà l’impegno richiesto per il buffet.

Creare degli inviti originali e personalizzati, per le feste di compleanno, è un qualcosa oramai di molto semplice.

Per fare questo vi suggerisco un’applicazione davvero molto carina, di facile utilizzo e soprattutto gratuita che si chiama Canva. Provatela perché vi sarà di grande aiuto!

Una volta preparati gli inviti, è opportuno consegnarli agli ospiti con un po’ di anticipo (almeno una decina di giorni prima, per consentire ai partecipanti di segnarsi l’impegno in agenda).

 

Le decorazioni.

Per la scelta degli addobbi due sono le soluzioni: o vi rivolgete ai tanti negozi specializzati, oppure, se avete tempo e voglia, e questa è la soluzione che io preferisco, potete prepararli da voi.

 

In rete sono presenti tantissime idee low-cost, di semplice realizzo, che vi faranno fare un figurone! Date dunque libero sfogo alla vostra fantasia, ma attente comunque a non esagerare con gli allestimenti!

 

Il buffet.

E ora veniamo ad una delle note più dolenti di ogni festa, perché la più costosa, ovvero: la scelta del rinfresco.

Fortunatamente cavandomela con i fornelli, per risparmiare qualcosina, cucino in prima persona il buffet. In questo modo oltre a preparare delle pietanze adatte ai palati dei più piccoli, riesco davvero a contenere le spese!

Anche in cucina è richiesta la massima organizzazione.

Generalmente una settimana prima della festa, corro a fare rifornimenti al supermercato (con un po’ di fortuna riesco ad usufruire anche delle offerte del momento!). Onde evitare di ammazzarmi di fatica fino all’ultimo minuto.

Come prima cosa mi dedico all’acquisto delle bibite e di tutto ciò che occorre per mangiare fuori casa: piatti, bicchieri, posate, tovaglioli usa e getta. A seguire tutto il necessario per la preparazione delle pietanze.

E solo un paio di giorni prima, inizio a cucinare il tutto (ovviamente seguendo alla lettera il menù che mi sono imposta di preparare).

Meglio non improvvisare in cucina e soprattutto cimentarsi con l’esperimento di nuovi manicaretti. Una festa non è il luogo ideale per provare nuove ricette. E’ consigliabile andare sul sicuro quindi e preparare solo piatti la cui riuscita è garantita.

Sulla mia tavola non mancano mai i classici panini al latte – piccoli bocconcini di pane soffici e poco zuccherati – farciti con salumi vari perché sono quelli che vanno per la maggiore. Mi piace ordinarli al forno vicino casa e poi li imbottisco (con l’aiuto di nonni e zii) la mattina della festa.

 

 

Ed ancora: patatine, popcorn, pizzette al pomodoro, tramezzini ed anche qualche torta salata .

E poi veniamo ai dolci, molto apprezzati sono: il rotolo alla nutella, ciambelloni, piccola pasticceria e gli immancabili muffin al cioccolato.

E la torta? Considerato che la festa si tiene all’aperto, preferisco portare sempre dei dolci pratici da trasportare e che non si rovinino con le le calde temperature.

Aboliamo le torte in pasta di zucchero (quelle di cake design per intenderci) – di grande effetto sicuramente – e diamo spazio ad gustosa crostata di pasta frolla, farcita magari con della marmellata oppure della crema di nocciole.

 

L’intrattenimento.

In merito a questo punto, io mi domando: “Ma è proprio necessario pagare qualcuno per far divertire i bambini?“. La mia risposta è no

Secondo me i bambini dovrebbero essere lasciati liberi di divertirsi come meglio credono, senza limiti né costrizioni.

Mettete dunque a disposizione dei partecipanti diversi palloni (da calcio e pallavolo), delle bolle di sapone, dei travestimenti di vario tipo, dei palloncini e della musica. Vedrete che il problema dell’intrattenimento si risolverà in maniera del tutto naturale.

 

I regalini.

Nonostante abbiate organizzato la vostra festa all’insegna del risparmio, non dimenticate comunque di donare dei piccoli pensierini ai bimbi invitati, per ringraziarli di aver partecipato. Anche in questo caso il “fai da te” è sicuramente la soluzione più economica e originale.

Basta davvero poco per far felice un bambino: potete riempire un sacchettino con qualche caramella o cioccolatino, tanto per chiudere “in dolcezza” la nostra festa!

A questo punto, mi sembra di avervi detto proprio tutto.

 

NON ANDARE VIA, C’E’ ANCORA MOLTO DA LEGGERE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: