Come organizzare un picnic di primavera

Una delle cose che in assoluto amo di più della primavera – oltre alle sue temperature miti ed ai suoi inconfondibili colori – sono i picnic!

Splendide occasioni per riunirsi all’aria aperta, in compagnia di familiari ed amici, per trascorrere qualche ora in allegria.

E allora, visto che le belle giornate sono finalmente arrivate, vediamo insieme quali sono i segreti per organizzare un perfetto picnic.

 

Come pianificare un picnic

Dopo aver scelto la meta – che sia mare, campagna, montagna o più semplicemente un parco cittadino – il primo step da seguire è quello di predisporre tutto il necessario per poter mangiare, in maniera confortevole, fuori dalle mura domestiche.

Quindi fate in modo di non lasciare a casa: una grande tovaglia (meglio se di stoffa pesante), dei tovaglioli di carta, un rotolone di carta assorbente, dei bicchieri e dei piatti di plastica, delle posate in plastica, alcuni porta bicchieri, qualche vaschetta in alluminio usa e getta, un tagliere, un coltello affilato adatto per tagliare sia il pane che i salumi, un apri bottiglia, una borsa frigo (per le bibite) e parecchi sacchi dell’immondizia (per la raccolta differenziata).

Il rispetto, infatti, per il luogo che ci ha ospitato, viene prima di ogni cosa!

Il mio consiglio è quello di preparare tutte queste cose la sera prima del picnic.

Ottimizzare il tempo è sempre una buona abitudine, soprattutto quando si hanno dei bambini in casa, perché l’emergenza dell’ultimo minuto è sempre in agguato!

E ora veniamo al cibo.

Cosa cucinare quando si va ad un picnic.

Quando ci troviamo a dover organizzare il menù per il nostro picnic, dobbiamo pensare a dei cibi che si possano consumare anche freddi, che siano facili da trasportare e che soprattutto si possano mangiare anche con le mani (senza quindi dover necessariamente ricorrere all’uso delle posate).

Durante un pranzo all’aperto la praticità è davvero tutto.

Dimenticatevi pure le regole del galateo!

 

Nella preparazione dei piatti date libero sfogo alla fantasia.

Abitualmente quando organizzo un picnic, sulla mia tovaglia non mancano mai: frittate di pasta (semplici da preparare e molto saporite), insalate di riso o paste fredde (perfette da cucinare anche in anticipo).

Largo poi alle classiche polpette – da gustare in un sol boccone – e alle intramontabili fettine impanate (che fritte poi sono buonissime!). Ben vengano inoltre: pane, torte salate e focacce, adatte per essere servite a quadratini.

Un’altra cosa che non dimentico mai di portare nei miei picnic sono le verdure crude, tagliate a bastoncini – come carote, sedano oppure finocchi – che adoro sgranocchiare mentre chiacchiero con gli amici.

Mi piace poi rinforzare il mio menù con salumi di vario tipo e formaggi vari, da affettare sul momento. Sempre molto graditi!

E poi non possono mancare i dolci.

 

 

Un classico dolce da picnic (amatissimo dai bambini) sono le crostatine di pasta frolla alla marmellata o al cioccolato.

Oppure, in alternativa, mi diverto a preparare dei golosissimi muffin che, oltre che ad essere buonissimi, sono davvero comodi da mangiare perché già in monoporzione.

E poi mi raccomando mamme, vi suggeriscono di portare con voi anche un bel barattolo di Nutella, da spalmare sulla della pizza bianca (nel caso fosse avanzata) o su un bel pezzo di pane!

Da non dimenticare

Per una buona riuscita della giornata, all’appello non dovranno infine mancare la protezione solare, uno spray antizanzare ed un kit di pronto soccorso (comprensivo di cerotti, garze, spille di sicurezza, salviette disinfettanti e pinzette).  Davvero utile per prestare le prime cure al mal capitato di turno. E credetemi che alla fine della giornata un ginocchio sbucciato ci scappa sempre!

Un suggerimento: Per i vostri bambini portate sempre con voi un intero cambio, comprensivo di: calzini, mutande, pantaloni, magliette ed ovviamente anche un paio di scarpe. Ne varrà della vostra sopravvivenza, credetemi!

 

 

Quali sono invece i tuoi suggerimenti per organizzare un perfetto picnic?

Se ne hai voglia, raccontaci nei commenti le tue dritte.

Le esperienze delle altre mamme sono un bene assolutamente prezioso che va condiviso!

 

NON ANDARE VIA, C’È ANCORA MOLTO DA LEGGERE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: