Cosa è importante per i bambini?

Spesso noi genitori non riusciamo a capire di cosa hanno davvero bisogno i nostri figli per essere felici e per crescere bene. Non è vero?

Ma quali sono i reali bisogni emotivi dei bambini?

Vediamoli insieme.

Amore e protezione.

Ciò che maggiormente terrorizza un bambino è la mancanza di amore da parte dei genitori.

La carenza di affetto e di contatto fisico viene vissuta dai bambini come un’esperienza davvero traumatica, capace di far nascere importanti disagi psicologici in età adulta, come ad esempio l’incapacità di trasmettere i propri sentimenti e le proprie emozioni.

L’amore e l’affetto dei genitori contribuiscono ad un corretto sviluppo del processo cognitivo del bambino.

È merito delle coccole se i più piccoli riescono a sviluppare una maggiore autostima e a rafforzare la propria personalità. L’affetto di mamma e papà facilita poi anche i rapporti sociali.

Se il bambino ha fame di affetto, è opportuno che il genitore soddisfi questo bisogno.

In che modo? Semplice, dimostrando in famiglia una costante presenza, prediligendo il contatto fisico – quindi via libera a baci e abbracci – comunicando in maniera pacata e tranquilla attraverso parole positive.

Ricordatevi che i bambini hanno bisogno di sentirsi amati ed incoraggianti sia attraverso i gesti ma anche attraverso le parole.

famiglia

Svolgimento regolare della giornata.

Affinché un bambino acquisisca sicurezza in sé stesso è necessario che le sue giornate siano strutturate ed organizzate in maniera assolutamente regolare.

Ciò che è ignoto e sconosciuto, può per i nostri figli essere grande fonte di ansia e di stress. La quotidianità per contro, trasferisce in loro sicurezza e fiducia.  I piccoli di casa, infatti, hanno bisogno di “momenti di routine” per essere rassicurati, ovvero di avvenimenti che si ripetono regolarmente, sempre uguali, nel corso delle giornate.

orologio

Nuove esperienze.

I bambini si sa, non sono mica come noi adulti, loro imparano con estrema naturalezza qualunque cosa gli venga proposta. Ogni esperienza fatta, lascia dunque un segno indelebile.  Fortuna loro, non conoscono limiti, siamo purtroppo noi genitori ad inculcaglieli, con le nostre paure ed insicurezze. Non è vero?

Dobbiamo però tenere presente che più esperienze i nostri figli vivranno e maggiori saranno le possibilità per loro di sviluppare competenze cognitive ed abilità sociali.

Per questo motivo dobbiamo impegnarci di creare un contesto di apprendimento in cui i bambini siano liberi di esprimere sé stessi, di fare esperienze e quindi anche di poter sbagliare. Sono gli errori ad aiutare i piccoli di casa a raggiungere l’autonomia, a capire come fare le cose nel modo giusto.

Morale della favola: vietato sostituirsi ai figli!

Aiutami a fare da solo

Mostrami come si fa.

Non farlo tu al posto mio.

Voglio e posso fare da solo.

Abbi pazienza a comprendere i miei metodi.

Forse sono più lunghi,

forse ci metto di più,

perché voglio fare più tentativi.

Aspettati errori e fatica,

perché da questo che posso imparare.

Maria Montessori

esperienza

Ricerche di attenzione ed approvazione.

I bambini hanno bisogno di un feedback. Desiderano essere ascoltati e considerati. L’ascolto è il primo passo per costruire una relazione basata sulla confidenza ed è indispensabile per instaurare un rapporto di fiducia con i nostri figli. È consigliabile quindi, metterci sempre in una condizione di ascolto.

Fategli capire che per voi il loro punto di vista è importante. Ed anche se siete reduci da una giornata pesante oppure andate terribilmente di fretta, fategli capire che avete tanta voglia di ascoltarli!

Quali sono le priorità di tuo figlio? Quali sono i suoi desideri? Ascolta le sue parole e lo capirai, solo così potrai cogliere i suoi bisogni più autentici ed imparare a conoscere realmente tuo figlio.

Limiti.

Il rispetto delle regole è un qualcosa che si impara sin da piccoli. I limiti ed il rispetto delle regole sono importanti perché aiutano i bambini a crescere. E crescere – per loro – vuol dire capire che non tutto gira attorno a loro e che esistono anche le atre persone! Attraverso le regole i genitori insegnano ai loro figli a rispettare sé stessi ma anche gli altri.

La presenza di norme coerenti aiuta quindi il bambino ad acquisire una maggiore autonomia. Sarà libero così di sperimentare, di sbagliare e migliorarsi pur restando nei confini imposti da mamma e papà.

Ti potrebbe anche interessare:

L’importanza di dire “NO”

11 regole per crescere i figli

E tu cosa ne pensi? Come vanno le cose in casa tua?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: