Come fare il passato di verdure per bambini

Confesso, ho una passione smisurata per le verdure. Cotte oppure crude le adoro tutte, non è uno scherzo!

E quando arriva il freddo, una delle cose che preferisco più di tutte cucinare, per me e per la mia famiglia, è il passato di verdure.

Ma qual è il trucco per rendere questo piatto buono e gustoso e soprattutto adatto ai palati di tutti, bambini compresi?

Questi sono i miei segreti.

 

Ingredienti

  • 1 litro e mezzo di acqua

  • 3 patate medie, 2 zucchine grandi, 1 carota, 1 costa di sedano,

  • 1 ciuffo di prezzemolo, 1 cipolla,

  • 2 pomodorini, una manciata di piselli,

  • qualche foglia di bietola o di spinaci,

  • qualche pezzetto di cavolo o verza.

  • olio extra vergine di oliva, sale (limitato se lo mangiano i bambini).

 

Preparazione del passato di verdure

In una pentola capiente mettete un po’ di olio extra vergine di oliva ed aggiungete le verdure precedentemente tagliate a pezzetti. Versatevi all’interno un paio di cucchiai di acqua (onde evitare che le verdure soffriggano) e lasciate cuocere a fuoco lento, girando di tanto in tanto.

Quando le verdure saranno rosolate, versate nella pentola l’acqua fredda, coprite e lasciate cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti, fino a quando tutti gli ingredienti si saranno ammorbiditi. A cottura ultimata frullate le verdure con un frullatore a immersione. Dovrete ottenere una consistenza cremosa ed omogenea.

Una volta ottenuta la vellutata, aggiungete il sale secondo i vostri gusti.

Servite la pietanza tiepida, spolverizzata con parmigiano grattugiato ed arricchita da un filo d’olio extra vergine di oliva a crudo.

Se lo gradite guarnite con dei crostini o con delle fette di pane tostate.

 

 

Trucchi e Consigli:

– Utilizzate sempre verdure di stagione fresche e mai congelate. È consigliabile che vi facciate prima un bel giro in qualche mercato rionale.

– Se in frigorifero vi ritrovate delle scorze di Parmigiano Reggiano, mettetele a cuocere assieme alle verdure – ovviamente grattando prima la parte più esterna – il vostro passato sarà sicuramente molto più saporito.

– Se avete esagerato con le dosi e vi è avanzato del passato, congelatelo. Vi potrà tornare utile quando avrete voglia mangiare una minestra all’ultimo minuto. Allungando infatti il passato di verdura con un po’ d’acqua e facendoci cuocere all’interno della pastina, trasformerete la vostra zuppa in un primo piatto gustosissimo.

Più verdure metterete a cuocere, più il vostro passato sarà buono e salutare.

– Se la zuppa, una volta frullata, non avrà raggiunto la consistenza desiderata, giocate pure con il composto. Se troppo liquido portate nuovamente a bollore grattugiandovi all’interno 2 piccole patate e lasciando nuovamente cuocere, se poco liquida aggiungendo altra acqua.

 

I passati di verdure possono essere preparati davvero in tanti modi e con tutti gli ortaggi che preferite.

 

E voi quale ricetta seguite?

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: