Nonni: regole per una buona convivenza

Nell’attuale società i nonni hanno assunto un ruolo fondamentale all’interno delle moderne famiglie, specie poi, quando a lavorare sono mamma e papà. Il “lavoro dei nonni”, infatti, consente a noi tutti di risparmiare sulla retta dell’asilo nido o magari su un eventuale servizio di baby-sitting. Un vero e proprio ammortizzatore sociale, non trovate?

 

Ma qual è l’identikit del nonno moderno?

 

I nonni di oggi sono molto diversi rispetto a quelli del passato.

Attivi e dinamici, vivono con grande entusiasmo la loro terza età. Vanno al cinema oppure in palestra, viaggiano ed escono con gli amici.  E seppur trascorrono le proprie giornate con estrema spensieratezza, tra un impegno privato e l’altro, sono sempre i primi a correre quando vengono chiamati a dare una mano.

Sono presenti quando i nipotini si ammalano. Li accudiscono amorevolmente, li accompagnano a scuola e li vanno a riprendere. Li seguono pazientemente nelle diverse attività pomeridiane, dallo sport al catechismo fino allo studio. Insomma, l’aiuto dei nonni è diventato, per noi genitori, un elemento imprescindibile per la nostra serenità quotidiana.

Non è un mistero: senza nonni saremo persi!

 

Certo è che quello del nonno, oggi, è diventato un lavoro a tempo pieno a tutti gli effetti. Un impiego che restituisce loro enormi soddisfazioni, ma che richiede comunque un grande dispendio di energie. E questo dobbiamo assolutamente riconoscerlo, siamo onesti!

 

Ma non è tutto oro quello che luccica.

 

Eh, lo so, avvolte la convivenza tra genitori e nonni non è semplice. E questo vale per entrambe le parti.

 

E allora come evitare spiacevoli incomprensioni? Ecco per voi qualche utile consiglio.

 

Informate sempre i nonni delle vostre scelte educative.

Se mamma e papà decidono delle regole, è giusto che i nonni – nel loro piccolo – si impegnino nel farle rispettare. Non piace a nessuno tenere in casa bambini maleducati, quindi se i nonni non sono proprio bravi a riportare i propri nipoti all’ordine, non prendetevela! Ricordatevi che il compito dei genitori è quello di educare, quello dei nonni viziare.

 

Dialogate in modo costruttivo.

Se c’è qualcosa che non va, parlatene apertamente e definite insieme una linea comune di comportamento.

 

Chiarite immediatamente eventuali divergenze.

Coltivare risentimenti ed insoddisfazioni avvelenerà solo il vostro rapporto.

 

Non entrare in competizione e non siate gelosi.

Se siete dei genitori sicuri del vostro ruolo, non abbiate alcun motivo di temere la concorrenza dei nonni.

 

Non sottovalutate la funzione dei nonni nel processo di crescita dei figli.

I loro racconti regaleranno ai nipoti il senso della continuità. I nonni sono le persone addette a trasmettere le tradizioni e la storia della vostra famiglia.

 

– Evitate di esprimere davanti ai bambini eventuali giudizi o considerazioni negative.

I pregiudizi non sono utili a nessuno.

 

Date fiducia.

 

Ci sono ricchezze che non si possono comperare, i nonni sono una di quelle!

E non solo perché aiutano noi genitori ad affrontare le difficoltà quotidiane, quanto perché la loro vicinanza affettiva rende sicuramente i nostri figli migliori. E di questo, ne sono assolutamente certa!

 

 

E voi quale esperienza avete con i nonni?

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: