E’ tempo di scrivere la lettera a Babbo Natale

Natale ormai si avvicina ed è arrivato così il tempo per tutti i bambini di scrivere la tanto attesa letterina a Babbo Natale.

Ed anche se il periodo è quello della crisi economica, certo è che noi genitori siamo davvero disposti a fare i salti mortali, pur di far trovare sotto l’albero i regali tanto sognati dai nostri bimbi. 

Doni che poi – detto tra noi – non sono il frutto di una loro reale esigenza, ma nascono da mirate strategie di comunicazione e marketing, messe in atto dalle grandi Aziende del giocattolo per incrementare i loro utili. Non a caso nelle settimane che precedono il Natale le pubblicità dei toys aumentano in maniera esponenziale e soprattutto fastidiosa!

Va bene dunque accontentare i desideri dei nostri bambini, perché in fondo vederli sorridenti è la cosa che più ci rende felici, ma è anche vero che noi adulti non dobbiamo sentirci ostaggio delle innumerevoli richieste indotte dalla pubblicità del momento.  E allora come comportarsi?

Il manuale del perfetto genitore ovviamente non esiste, ma sicuramente la scelta più saggia da farsi è quella di riuscire a trovare una mediazione, un compromesso tra quelli che sono i desideri dei figli e le nostre volontà.

E’ meglio quindi non esagerare con troppi regali sotto l’albero, perché altrimenti i bambini finiranno con il non apprezzare nulla e soprattutto cresceranno con l’errata convinzione che nella vita tutto gli sia dovuto.

E allora, quando i vostri figli vi chiederanno di aiutarli a scrivere la lettera a Babbo Natale, sedetevi accanto e cercate di guidarli nella scelta delle loro priorità. E’ fondamentale insegnargli che nella vita non possiamo avere ogni cosa che desideriamo e che Santa Claus può realizzare solo qualche desiderio e non tutti. 

Perché in fondo, la letterina di Babbo Natale non è la lista della spesa dove vanno segnate tutte le cose che mancano nella dispensa, no?  

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: