Valencia con i bambini, cosa fare

Valencia è una città che sembra stata progettata apposta per i bambini.

Merito forse del mare, del clima oppure degli spazi all’aperto, Valencia è una città che vale assolutamente la pena vedere in compagnia di tutta la famiglia. Scopriamo insieme quali sono le opportunità che questa meravigliosa città family-friendly offre ai piccoli viaggiatori e non solo!

Parc Gulliver

IMG_2565

È un parco gratuito che si trova all’interno dei Giardini del Turia. La sua attrazione principale è sicuramente il Gulliver, una scultura monumentale – stesa a terra e lunga 70 metri – alla quale è possibile accedervi tramite rampe, enormi scivoli e ripide scale. I vostri figli, piccoli lillipuziani, impazziranno ad arrampicarsi sul corpo del personaggio creato da Jonathan Swift. Una tappa assolutamente da non perdere!

Giardini del Turia

Il Jardín del Turia è lo spazio verde più esteso di Valencia ed uno dei parchi naturali urbani più grandi della Spagna. Costruito sul vecchio letto del fiume Turia, deviato per evitare le continue inondazioni della città, questo luogo – attraversato da 18 ponti – collega a sé molte attrazioni importanti: il Bioparc, l’Oceanogràfic, il Palau de les Arts, il Gulliver. Se siete amanti delle passeggiate all’aria aperta, non potete di sicuro non visitare uno dei posti più amati dai valenciani.

Il Bioparc

Il Bioparco di Valencia – inaugurato nel 2008 nella stessa location del precedente zoo di Valencia –  è situato all’inizio del Parco del Turia e viene considerato come uno dei parchi zoologici più belli d’Europa. Il suo punto di forza infatti, è che gli animali sono tenuti in semilibertà, in ambienti ricreati fedelmente. All’interno del Bìoparc è possibile così visitare l’Africa, con i suoi diversi ecosistemi, che sono: la savana, la foresta equatoriale, il Madagascar e le zone umide. Uno spettacolo per tutta la famiglia!

Il Museo delle Scienze

Si trova all’interno del complesso della “Città delle Arti e delle Scienze” ed è il più grande museo interattivo d’Europa – dalla forma di scheletro di balena – interamente dedicato alla scienza ed adatto soprattutto ai ragazzi dai 6 ai 12 anni di età. I temi presentati sono: la vita, il genoma umano, la ricerca spaziale, l’astronomia, lo sport, le tecniche del laser ma anche l’acqua, l’elettricità e molti altri argomenti. La bellezza di questo museo è davvero straordinaria, mettete quindi in conto di trascorrerci quasi un’intera giornata.

L’Oceanogrèfic

L’Oceanogrèfic è il più grande acquario d’Europa – si trova nelle strette vicinanze del “Museo della Scienza” –  ed al suo interno sono stati ricreati in maniera impeccabile, i diversi ecosistemi marini del pianeta (che ospitano circa 45.000 esseri viventi!). Potrete così visitare il Mar Rosso passando dai Mar dei Caraibi fino ad arrivare all’Antartide. Un viaggio assolutamente incredibile! Sarà strabiliante attraversare “The Oceans”: un tunnel trasparente che ospita centinaia di pesci, squali e persino il pesce luna! E se avete fame o volete regalarvi un romantico pranzo, ricordatevi che al centro del complesso è presente anche un ristorante sottomarino. E per i più piccini all’esterno, ci sono gli incredibili spettacoli nelle piscine dei delfini. Anche per la visita dell’Oceanogrèfic, come per il Museo delle scienze, preventivate almeno una mezza giornata.

Il centro storico

cathedral-890937_1920

Un giro al centro storico di Valencia è d’obbligo! In assoluto contrasto con la modernità della Città delle Scienze, il centro storico non vi lascerà sicuramente indifferenti. Visto che è un’area chiusa al traffico, girerete facilmente a piedi anche con il passeggino. Andate a Plaza de la Virgen, che si trova proprio alle spalle della imponente Cattedrale di Santa Maria, senza trascurare il Barrio del Carmen, la Borsa della Seta, i mercati multicolori, le Torri di Quart e di Serranos. Insomma, c’è proprio tanto da vedere!

Le Spiagge

Valencia è, ovviamente, anche mare. Le spiagge infatti, distano solo circa 15 minuti dal centro. Il lungomare è il luogo ideale dove poter gustare l’autentica “paella valenciana“, con il suo sapore originale. Un consiglio personale: visto che sono presenti molti ristoranti turistici, cercate di non entrare nel primo che vi si presenta, ma fate il modo di documentarvi anticipatamente, onde evitare spiacevoli sorprese!

Valencia è tutto questo e molto altro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: