La paura del buio nei bambini piccoli.

La paura del buio è una paura piuttosto diffusa nei bambini che hanno tra i 2 e i 6 anni di età. Spesso questa fobia si fa più forte in presenza di genitori estremamente ansiosi e protettivi e diventa più acuta in contesti familiari in cui le tensioni ed i litigi sono più frequenti. Ciò che spaventa maggiormente i più piccoli non è tanto l’oscurità di per sé, quanto l’idea di essere incapaci a gestire da soli situazioni per loro sconosciute ed ignote.

Un errore comune nel quale molti genitori incorrono è quello di trasmettere nei figli – per questioni di “comodità”, forse – paure inesistenti e questo solo per riuscire a gestire con successo situazioni legate a criticità momentanee, come ad esempio i capricci.

La figura del conosciutissimo Uomo Nero non vi dice niente? Oppure non avete mai sentito parlare del famoso Lupo che porta via i bambini?

Bene, cari mamme e papà sappiate che la paura intesa come strumento educativo non è un giusto approccio da utilizzare nei confronti dei figli, perché a lungo andare questo metodo potrebbe anche tornarci indietro come un boomerang.

Comunque se è vero che i mostri e le strane creature sotto al letto non esistono, è anche vero che la paura del buio nei nostri figli è una realtà contro la quale noi genitori dobbiamo fare i conti.

Ma come possiamo aiutare i bambini a scrollarsi di dosso questa fobia?

Ecco qualche utile suggerimento.

– Come prima cosa il bambino deve essere rassicurato dai genitori attraverso frasi semplici e scandite, comunicate con toni pacati e tranquilli.  Aiutiamo i più piccoli a capire che oltre al buio, la cameretta non è un luogo che può nascondere creature mostruose.

Vietato ridicolizzare le paure con atteggiamenti rigidi. Non sminuite la problematica dicendo frasi del tipo “Sei grande! Come fai ad avere paura dei mostri?” Sforzatevi piuttosto ad immedesimarvi nei figli, cercando di capire realmente il loro stato d’animo. Solo in questo modo il bambino si sentirà compreso e sarà poi pronto ad affronterà ciò che più lo spaventa.

– Ascoltate cosa hanno da dire i bambini in merito alle loro paure. Provate magari a condividere con loro le vostre esperienze emotive passate. Fateli sentire a loro agio, raccontandogli magari di quando eravate piccoli. In fondo, tutti noi da piccini abbiamo avuto qualche fobia, no? Sapere quindi che anche i genitori hanno avuto paura del buio, può essere per loro un motivo di grande consolazione. Non bisogna vergognarsi di parlare delle proprie paure, perché non c’è nulla di male nell’averle!

– Accompagnate i piccoli a letto, esorcizzando magari la paura con la lettura di una favola oppure inventando un gioco speciale. Non dimentichiamoci che il gioco è uno dei modi migliori per entrare in relazione con i figli.

Per concludere la paura dell’oscurità è uno dei timori più naturali ed innati nei bambini. Quindi mamme e papà non allarmatevi se vostro figlio teme ancora il buio, perché sappiate che è possibile sconfiggere questa fobia con semplici rimedi. Basterà infatti, una lucina accesa nella cameretta durante la notte oppure la presenza di un morbido pupazzo da abbracciare nei momenti di peggiore ansia. L’importante però, è che i piccoli non siano forzati in alcun modo!
E qualunque sia la strategia che decidiate di adottare, ricordatevi sempre che le paure nei bambini – contrariamente a quelle degli adulti – sono facili da debellare!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: